Shar/Dada | Giordano in Jazz – Foggia

0

DESCRIZIONE

Shar/Dada – una orgogliosa celebrazione delle radici culturali dei due artisti, condotta attraverso l’evocazione simbolica degli Shardana da una parte e della sperimentazione Dada dall’altra. Il misterioso popolo isolano vocato alla navigazione perenne che incontra il no-sense dell’arte europea di inizio 900, ci condurrà in una navigazione simbolica, una aspirazione ideale, che riferisce di un’attitudine naturalmente meticcia, tipica delle culture e dei luoghi assunti come fonti di ispirazione, svolgendosi attraverso lo scorrimento di una serie di quadri narrativi.

Zoe Pia: clarinetto, launeddas, clarinetto piccolo, saxoflute e giocattoli.
Roberto De Nittis: pianoforte, toy piano, mini hammond e giocattoli.

PROMOZIONE

Shar:dada Locandina

Shardana | Rai 5 – Nessun Dorma

0

DESCRIZIONE

Il 07 Ottobre alle ore 21h15  in onda la puntata di Nessun Dorma su Rai 5 che vede come ospite Zoe Pia  in prima assoluta in una nuova versione del brano Shardana, contenuto nell’omonimo album d’esordio. L’esibizione in trio è accompagnata al pianoforte da Roberto De Nittis e alle percussioni dal docente del Conservatorio di Cagliari Roberto Migoni. Una versione più tribale del brano dove al clarinetto si contrappongono is launeddas che nel solo riecheggiano le nodas tipiche della musica sarda.
Ospiti della puntata, condotta da Massimo Bernardini, Paolo Fresu e Syria.

Zoe Pia: Clarinetto, Launeddas, Live Electronics
Roberto De Nittis: Pianoforte, Fender Rhodes, Keyboards, Toy Piano
Roberto Migoni: Percussioni

PROMOZIONE

Nessun dorma rai 5
Zoe Rai 5

Shardana | Il Jazz italiano per le terre del Sisma 2019

0

DESCRIZIONE

Continua l’affascinante viaggio nella storia della Sardegna, piacevolmente guidati dalla giovane musicista isolana Zoe Pia. Già il titolo del progetto è intrigante: gli Shardana infatti, “il popolo delle isole che stanno in mezzo”, sono citati per la prima volta da fonti egizie nel 1350 avanti Cristo. Descritti come un temibile popolo di pirati e mercenari, si presume che abitassero la Sardegna e siano quindi da considerare gli antenati dei moderni isolani. Zoe Pia, perfettamente a proprio agio nella musica classica come in quella jazz, conduce un lavoro di ricerca che la porta ad attingere a piene mani alla musica popolare sarda. Oltre al clarinetto suona in veste sperimentale is launeddas, lo strumento a fiato della Sardegna il cui uso è attestato in un arco temporale che va dalla preistoria sino ai giorni nostri.

Zoe Pia: Clarinetto, Launeddas, Live Electronics
Roberto De Nittis: Pianoforte, Fender Rhodes, Keyboards, Toy Piano
Glauco Benedetti: Basso Tuba
Sebastian Mannutza: Batteria, Violino

PROMOZIONE

Launeddas, strumento della tradizione sarda.
L'aquila

Shardana |JAZZ NIGHTS AT CASALINI’S GARDEN – Rovigo (RO)

0

DESCRIZIONE

Continua l’affascinante viaggio nella storia della Sardegna, piacevolmente guidati dalla giovane musicista isolana Zoe Pia. Già il titolo del progetto è intrigante: gli Shardana infatti, “il popolo delle isole che stanno in mezzo”, sono citati per la prima volta da fonti egizie nel 1350 avanti Cristo. Descritti come un temibile popolo di pirati e mercenari, si presume che abitassero la Sardegna e siano quindi da considerare gli antenati dei moderni isolani. Zoe Pia, perfettamente a proprio agio nella musica classica come in quella jazz, conduce un lavoro di ricerca che la porta ad attingere a piene mani alla musica popolare sarda. Oltre al clarinetto suona in veste sperimentale is launeddas, lo strumento a fiato della Sardegna il cui uso è attestato in un arco temporale che va dalla preistoria sino ai giorni nostri.

Zoe Pia: Clarinetto, Launeddas, Live Electronics
Roberto De Nittis: Pianoforte, Fender Rhodes, Keyboards, Toy Piano
Glauco Benedetti: Basso Tuba
Sebastian Mannutza: Batteria, Violino

PROMOZIONE

Jazz Night 2
Shardana_Cover_anteprima

Shardana |Festival inMare 2018 – Camogli (GE)

0

DESCRIZIONE

Continua l’affascinante viaggio nella storia della Sardegna, piacevolmente guidati dalla giovane musicista isolana Zoe Pia. Già il titolo del progetto è intrigante: gli Shardana infatti, “il popolo delle isole che stanno in mezzo”, sono citati per la prima volta da fonti egizie nel 1350 avanti Cristo. Descritti come un temibile popolo di pirati e mercenari, si presume che abitassero la Sardegna e siano quindi da considerare gli antenati dei moderni isolani. Zoe Pia, perfettamente a proprio agio nella musica classica come in quella jazz, conduce un lavoro di ricerca che la porta ad attingere a piene mani alla musica popolare sarda. Oltre al clarinetto suona in veste sperimentale is launeddas, lo strumento a fiato della Sardegna il cui uso è attestato in un arco temporale che va dalla preistoria sino ai giorni nostri.

Zoe Pia: Clarinetto, Launeddas, Live Electronics
Roberto De Nittis: Pianoforte, Fender Rhodes, Keyboards, Toy Piano
Glauco Benedetti: Basso Tuba
Sebastian Mannutza: Batteria, Violino

PROMOZIONE

Shardana_Cover_anteprima
zoe pia shardana | photocredits: Andrea Verzola | www.andreaverzola.com

Shardana | Festival Contaminazioni

0

DESCRIZIONE

Continua l’affascinante viaggio nella storia della Sardegna, piacevolmente guidati dalla giovane musicista isolana Zoe Pia. Già il titolo del progetto è intrigante: gli Shardana infatti, “il popolo delle isole che stanno in mezzo”, sono citati per la prima volta da fonti egizie nel 1350 avanti Cristo. Descritti come un temibile popolo di pirati e mercenari, si presume che abitassero la Sardegna e siano quindi da considerare gli antenati dei moderni isolani. Zoe Pia, perfettamente a proprio agio nella musica classica come in quella jazz, conduce un lavoro di ricerca che la porta ad attingere a piene mani alla musica popolare sarda. Oltre al clarinetto suona in veste sperimentale is launeddas, lo strumento a fiato della Sardegna il cui uso è attestato in un arco temporale che va dalla preistoria sino ai giorni nostri.

Zoe Pia: Clarinetto, Launeddas, Live Electronics
Roberto De Nittis: Pianoforte, Fender Rhodes, Keyboards, Toy Piano
Glauco Benedetti: Basso Tuba
Sebastian Mannutza: Batteria, Violino

PROMOZIONE

Shardana_Cover_anteprima
Logo Conservatorio
copertina CONTAMINAZIONI fonte

Shardana | Jazz & Cooking Vol.3 – Valencia (ES)

0

DESCRIZIONE

Continua l’affascinante viaggio nella storia della Sardegna, piacevolmente guidati dalla giovane musicista isolana Zoe Pia. Già il titolo del progetto è intrigante: gli Shardana infatti, “il popolo delle isole che stanno in mezzo”, sono citati per la prima volta da fonti egizie nel 1350 avanti Cristo. Descritti come un temibile popolo di pirati e mercenari, si presume che abitassero la Sardegna e siano quindi da considerare gli antenati dei moderni isolani. Zoe Pia, perfettamente a proprio agio nella musica classica come in quella jazz, conduce un lavoro di ricerca che la porta ad attingere a piene mani alla musica popolare sarda. Oltre al clarinetto suona in veste sperimentale is launeddas, lo strumento a fiato della Sardegna il cui uso è attestato in un arco temporale che va dalla preistoria sino ai giorni nostri.

Zoe Pia: Clarinetto, Launeddas, Live Electronics
Roberto De Nittis: Pianoforte, Fender Rhodes, Keyboards, Toy Piano
Glauco Benedetti: Basso Tuba
Sebastian Mannutza: Batteria, Violino

PROMOZIONE

IIC-colore-barcellona
logo_orizz
Shardana_Cover_anteprima

Shardana | Circolo Culturale Sardo di Brescia

0

DESCRIZIONE

Continua l’affascinante viaggio nella storia della Sardegna, piacevolmente guidati dalla giovane musicista isolana Zoe Pia. Già il titolo del progetto è intrigante: gli Shardana infatti, “il popolo delle isole che stanno in mezzo”, sono citati per la prima volta da fonti egizie nel 1350 avanti Cristo. Descritti come un temibile popolo di pirati e mercenari, si presume che abitassero la Sardegna e siano quindi da considerare gli antenati dei moderni isolani. Zoe Pia, perfettamente a proprio agio nella musica classica come in quella jazz, conduce un lavoro di ricerca che la porta ad attingere a piene mani alla musica popolare sarda. Oltre al clarinetto suona in veste sperimentale is launeddas, lo strumento a fiato della Sardegna il cui uso è attestato in un arco temporale che va dalla preistoria sino ai giorni nostri.

Zoe Pia: Clarinetto, Launeddas, Live Electronics
Roberto De Nittis: Pianoforte, Fender Rhodes, Keyboards, Toy Piano
Glauco Benedetti: Basso Tuba
Sebastian Mannutza: Batteria, Violino

PROMOZIONE

zoe pia shardana | photocredits: Andrea Verzola | www.andreaverzola.com
Zoe Pia Shardana BRESCIA
zoe pia shardana | photocredits: Andrea Verzola | www.andreaverzola.com

Shardana | European Jazz Expo 2017

0

DESCRIZIONE

Continua l’affascinante viaggio nella storia della Sardegna, piacevolmente guidati dalla giovane musicista isolana Zoe Pia. Già il titolo del progetto è intrigante: gli Shardana infatti, “il popolo delle isole che stanno in mezzo”, sono citati per la prima volta da fonti egizie nel 1350 avanti Cristo. Descritti come un temibile popolo di pirati e mercenari, si presume che abitassero la Sardegna e siano quindi da considerare gli antenati dei moderni isolani. Zoe Pia, perfettamente a proprio agio nella musica classica come in quella jazz, conduce un lavoro di ricerca che la porta ad attingere a piene mani alla musica popolare sarda. Oltre al clarinetto suona in veste sperimentale is launeddas, lo strumento a fiato della Sardegna il cui uso è attestato in un arco temporale che va dalla preistoria sino ai giorni nostri.

Zoe Pia: Clarinetto, Launeddas, Live Electronics
Roberto De Nittis: Pianoforte, Fender Rhodes, Keyboards, Toy Piano
Glauco Benedetti: Basso Tuba
Sebastian Mannutza: Batteria, Violino

PROMOZIONE

SARDEGNA 3
Sardegna 1
zoe pia shardana | photocredits: Andrea Verzola | www.andreaverzola.com

Shardana @ Mantova Jazz 2017

0

DESCRIZIONE

Continua l’affascinante viaggio nella storia della Sardegna, piacevolmente guidati dalla giovane musicista isolana Zoe Pia. Già il titolo del progetto è intrigante: gli Shardana infatti, “il popolo delle isole che stanno in mezzo”, sono citati per la prima volta da fonti egizie nel 1350 avanti Cristo. Descritti come un temibile popolo di pirati e mercenari, si presume che abitassero la Sardegna e siano quindi da considerare gli antenati dei moderni isolani. Zoe Pia, perfettamente a proprio agio nella musica classica come in quella jazz, conduce un lavoro di ricerca che la porta ad attingere a piene mani alla musica popolare sarda. Oltre al clarinetto suona in veste sperimentale is launeddas, lo strumento a fiato della Sardegna il cui uso è attestato in un arco temporale che va dalla preistoria sino ai giorni nostri.

Zoe Pia: Clarinetto, Launeddas, Live Electronics
Luca Mannutza: Pianoforte, Keyboards,
Glauco Benedetti: Basso Tuba
Sebastian Mannutza: Batteria, Violino

PROMOZIONE

MANTOVA JAZZ LOGO
MANTOVA JAZZ CALENDARIO
Shardana_Cover_anteprima
zoe pia shardana | photocredits: Andrea Verzola | www.andreaverzola.com