Shardana @ Fermo | Jazz & Wine 2017

0

DESCRIZIONE

Continua l’affascinante viaggio nella storia della Sardegna, piacevolmente guidati dalla giovane musicista isolana Zoe Pia. Già il titolo del progetto è intrigante: gli Shardana infatti, “il popolo delle isole che stanno in mezzo”, sono citati per la prima volta da fonti egizie nel 1350 avanti Cristo. Descritti come un temibile popolo di pirati e mercenari, si presume che abitassero la Sardegna e siano quindi da considerare gli antenati dei moderni isolani. Zoe Pia, perfettamente a proprio agio nella musica classica come in quella jazz, conduce un lavoro di ricerca che la porta ad attingere a piene mani alla musica popolare sarda. Oltre al clarinetto suona in veste sperimentale is launeddas, lo strumento a fiato della Sardegna il cui uso è attestato in un arco temporale che va dalla preistoria sino ai giorni nostri.

Il concerto si terrà presso la Sala Leopardi dell’Hotel Astoria di Fermo.

Jazz & Wine Fermo 2017, diretto da Davide Luparello.

Zoe Pia: Clarinetto, Launeddas, Live Electronics
Roberto De Nittis: Pianoforte, Fender Rhodes, Keyboards, Toy Piano
Glauco Benedetti: Basso Tuba
Sebastian Mannutza: Batteria, Violino

PROMOZIONE

zoe pia shardana | photocredits: Andrea Verzola | www.andreaverzola.com
zoe pia shardana | photocredits: Andrea Verzola | www.andreaverzola.com

Urbino Plays Jazz 2017 – Carmine Ioanna & Zoe Pia

0

DESCRIZIONE

La Fisarmonica ed il Clarinetto saranno i padroni del palco del Monastero di  Santa Chiara, Carmine Ioanna, fisarmonicista e pianista campano, ormai noto nei palchi del Jazz Italiano, assieme a lui la clarinettista e compositrice sarda Zoe Pia, un duo intenso e pieno di evocazioni popolari, un vero concerto per l’Anima.

Carmine Ioanna: Fisarmonica
Zoe Pia: Clarinetto & Launeddas

Urbino Plays Jazz 2017

PROMOZIONE

UJC 1
ioanna 1
zoe pia shardana | photocredits: Andrea Verzola | www.andreaverzola.com
UJC 2

Appetitosamente 2017 – Shardana

0

DESCRIZIONE

Ore 6.00.Tomba di Giganti Sa Domu de s’Orcu – Siddi
Colazione da…l’Orco
Al primo sorgere del sole, la talentuosa clarinettista Zoe Pia, insieme a un inedito quartetto di percussionisti sardi di stampo contemporaneo (Carlo Pusceddu, Andrea Desogus, Stefano Tiesi e Enrico Locci) presenteranno il disco “Shardana”, reinterpretando in musica i silenzi della giara, delle grandi pietre e delle antiche divinità.

Al termine, tutti gli ospiti saranno confortati da una ricca e arcaica colazione.

Zoe Pia: clarinetto, launeddas, soundscape.
Carlo Pusceddu, Andrea Desogus, Stefano Tiesi, Enrico Locci: Percussioni

 

PROMOZIONE

Appetitosamente 2017 3
zoe pia shardana | photocredits: Andrea Verzola | www.andreaverzola.com
Shardana_Cover_anteprima

Bari in Jazz 2017 – Shardana

0

DESCRIZIONE

Il popolo delle isole che stanno in mezzo descritto da Ramses II (stele di Tanis) nel II millennio a.C. come i ribelli che nessuno ha mai saputo come combattere, presumibilmente ha vissuto e lasciato più tracce di sé in Sardegna, isola ricca di archeologia e mistero.
La tecnica della soundscape composition unita al linguaggio contemporaneo hanno permesso di raccontare in musica le energie nascoste nella tomba dei giganti di Sa Dom ‘e S’Orcu, i personaggi misteriosi come S’Accabadora, la forte tradizione processionale di Mogoro, la storia della terra e dei popoli del Mediterraneo, l’omaggio al grande cantautore Andrea Parodi, le mistiche Domus de Janas ed il tradizionale rieccheggiare del ballo sardo.
launeddas spiccano, tra i vari strumenti, in una veste totalmente personale, dopo un’accurata ricerca delle possibilità timbriche e inesplorate del prezioso strumento millenario.
Il lavoro discografico è nato grazie all’esperienza di ricerca sviluppata al Conservatorio “Francesco Venezze” di Rovigo, nell’ambito del progetto “Comporre con i Suoni del Polesine”.

Le metodologie applicate sono state volte alla valorizzazione della musica contemporanea, la contaminazione di linguaggi musicali differenti, la valorizzazione dei valori di identificazione universale.

Zoe Pia: Clarinetto, Launeddas, Soundscape Recording
Roberto De Nittis: Pianoforte, Rhodes, Keyboard, Toy Piano, Kalimba du Costarica
Glauco Benedetti: Basso Tuba
Sebastian Mannutza: Batteria & Violino

PROMOZIONE

Bari in jazz 2017 2
Bari in jazz 2017 1
zoe pia shardana | photocredits: Andrea Verzola | www.andreaverzola.com
Shardana_Cover_anteprima

Time in Jazz 2017- Shardana

0

DESCRIZIONE

“Shardana” approda al Festival Time in Jazz, diretto e ideato da Paolo Fresu nell’importante edizione dei 30 anni.

”Shardana” rappresenta il debutto discografico della clarinettista e compositrice sarda Zoe Pia ed è stato inserito all’interno del prestigioso programma di una delle più importanti realtà artistiche della Sardegna, dell’Italia e dell’Europa.

La musica di ”Shardana” racchiude in sé le tradizioni, le leggende e i misteri della Sardegna. Shardana ovvero il popolo delle isole che stanno in mezzo.
Così è descritto da Ramses II (stele di Tanis) nel II millennio a.C.: i ribelli che nessuno ha mai saputo come combattere e che presumibilmente hanno vissuto e lasciato più tracce di loro in Sardegna, isola ricca di archeologia e mistero.
La tecnica della soundscape composition unita al linguaggio contemporaneo hanno permesso di raccontare in musica le energie nascoste nella tomba dei giganti di Sa Dom ‘e S’Orcu, i personaggi misteriosi come S’Accabadora, la forte tradizione processionale di Mogoro, la storia della terra e dei popoli del Mediterraneo, l’omaggio al grande cantautore Andrea Parodi, le mistiche Domus de Janas ed il tradizionale riecheggiare del ballo sardo.

Zoe Pia: Clarinetto, Launeddas, Live Electronics
Roberto De Nittis: Pianoforte, Fender Rhodes, Keyboards, Toy Piano
Glauco Benedetti: Basso Tuba
Sebastian Mannutza: Batteria, Violino

PROMOZIONE

Time in jazz 2017 2
time in jazz 3
Shardana_Cover_anteprima

Iseo Jazz 2017 – Shardana

0

DESCRIZIONE

Continua l’affascinante viaggio nella storia della Sardegna, piacevolmente guidati dalla giovane musicista isolana Zoe Pia. Già il titolo del progetto è intrigante: gli Shardana infatti, “il popolo delle isole che stanno in mezzo”, sono citati per la prima volta da fonti egizie nel 1350 avanti Cristo. Descritti come un temibile popolo di pirati e mercenari, si presume che abitassero la Sardegna e siano quindi da considerare gli antenati dei moderni isolani. Zoe Pia, perfettamente a proprio agio nella musica classica come in quella jazz, conduce un lavoro di ricerca che la porta ad attingere a piene mani alla musica popolare sarda. Oltre al clarinetto suona in veste sperimentale is launeddas, lo strumento a fiato della Sardegna il cui uso è attestato in un arco temporale che va dalla preistoria sino ai giorni nostri.

Zoe Pia: Clarinetto, Launeddas, Live Electronics
Roberto De Nittis: Pianoforte, Fender Rhodes, Keyboards, Toy Piano
Glauco Benedetti: Basso Tuba
Sebastian Mannutza: Batteria, Violino

PROMOZIONE

Iseo Jazz 2
Shardana il viaggio

Ambria Jazz 2017 – Shardana

0

DESCRIZIONE

Continua l’affascinante viaggio nella storia della Sardegna, piacevolmente guidati dalla giovane musicista isolana Zoe Pia. Già il titolo del progetto è intrigante: gli Shardana infatti, “il popolo delle isole che stanno in mezzo”, sono citati per la prima volta da fonti egizie nel 1350 avanti Cristo. Descritti come un temibile popolo di pirati e mercenari, si presume che abitassero la Sardegna e siano quindi da considerare gli antenati dei moderni isolani. Zoe Pia, perfettamente a proprio agio nella musica classica come in quella jazz, conduce un lavoro di ricerca che la porta ad attingere a piene mani alla musica popolare sarda. Oltre al clarinetto suona in veste sperimentale is launeddas, lo strumento a fiato della Sardegna il cui uso è attestato in un arco temporale che va dalla preistoria sino ai giorni nostri.

Zoe Pia: Clarinetto, Launeddas, Live Electronics
Roberto De Nittis: Pianoforte, Fender Rhodes, Keyboards, Toy Piano
Glauco Benedetti: Basso Tuba
Sebastian Mannutza: Batteria, Violino

PROMOZIONE

Ambira jazz 2016
Shardana il viaggio
AmbriaJazz_Logo
Ambria jazz 3

Casa del Jazz, Roma – Shardana

0

DESCRIZIONE

Primo Concerto nella Capitale dell’affascinante viaggio nella storia della Sardegna, piacevolmente guidati dalla giovane musicista isolana Zoe Pia. Già il titolo del progetto è intrigante: gli Shardana infatti, “il popolo delle isole che stanno in mezzo”, sono citati per la prima volta da fonti egizie nel 1350 avanti Cristo. Descritti come un temibile popolo di pirati e mercenari, si presume che abitassero la Sardegna e siano quindi da considerare gli antenati dei moderni isolani. Zoe Pia, perfettamente a proprio agio nella musica classica come in quella jazz, conduce un lavoro di ricerca che la porta ad attingere a piene mani alla musica popolare sarda. Oltre al clarinetto suona in veste sperimentale is launeddas, lo strumento a fiato della Sardegna il cui uso è attestato in un arco temporale che va dalla preistoria sino ai giorni nostri.

Zoe Pia: Clarinetto, Launeddas, Live Electronics
Roberto De Nittis: Pianoforte, Fender Rhodes, Keyboards, Toy Piano
Glauco Benedetti: Basso Tuba
Sebastian Mannutza: Batteria, Violino

Per avere maggiori informazioni e partecipare, scopri di più sull’evento organizzato da Casa del Jazz su Facebook !!

PROMOZIONE

Casa del jazz 2
Shardana il viaggio
Casa del Jazz

Eunic Jazz Festival, Berlino – Shardana

0

DESCRIZIONE

Primo Concerto Internazionale dell’affascinante viaggio nella storia della Sardegna, piacevolmente guidati dalla giovane musicista isolana Zoe Pia. Già il titolo del progetto è intrigante: gli Shardana infatti, “il popolo delle isole che stanno in mezzo”, sono citati per la prima volta da fonti egizie nel 1350 avanti Cristo. Descritti come un temibile popolo di pirati e mercenari, si presume che abitassero la Sardegna e siano quindi da considerare gli antenati dei moderni isolani. Zoe Pia, perfettamente a proprio agio nella musica classica come in quella jazz, conduce un lavoro di ricerca che la porta ad attingere a piene mani alla musica popolare sarda. Oltre al clarinetto suona in veste sperimentale is launeddas, lo strumento a fiato della Sardegna il cui uso è attestato in un arco temporale che va dalla preistoria sino ai giorni nostri.

Zoe Pia: Clarinetto, Launeddas, Live Electronics
Roberto De Nittis: Pianoforte, Fender Rhodes, Keyboards, Toy Piano
Glauco Benedetti: Basso Tuba
Sebastian Mannutza: Batteria, Violino

  • Data13/05/2017
  • Ore21.00
  • IndirizzoKunstfabrik Schlot, Berlino

PROMOZIONE

Berlino jazz 4
Berlino Jazz
Berlino jazz 2

Shardana Tour 2017 / Candiani Groove

0

DESCRIZIONE

Il titolo del primo disco di Zoe Pia, clarinettista, sassofonista e compositrice sarda è un lavoro di ricerca sui miti, leggende e luoghi legati all’antico popolo degli Shardana. Il progetto compositivo ha riscosso grande successo di pubblico e di critica. Qui la musica classica e il jazz si mescolano accompagnati dalla soundscape composition e trovano un suggestivo equilibrio, grazie anche al prezioso lavoro svolto dai suoi compagni di viaggio. Precede l’esibizione del quartetto quella solitaria di Luca Mannutza, fra i più originali e quotati esponenti del pianoforte jazz italiano degli ultimi anni. Il concerto è stato scelto per una puntata del programma “Battiti” di Radio Rai 3, a cura di Pino Saulo.


Luca Mannutza – Piano Solo


Zoe Pia – Shardana

Zoe Pia: clarinetto, launeddas e live electronics
Roberto De Nittis: piano, keyboards, toy piano e live electronics
Glauco Benedetti: basso tuba
Sebastian Mannutza: violino, batteria


ingresso: intero € 8 – ridotto € 5  – ridotto speciale per i giovani fino ai 29 anni (posti limitati)  3 euro

auditorium quarto piano
Biglietti già in vendita alla biglietteria del Centro e online (ad esclusione del ridotto speciale) sui siti www.centroculturalecandiani.it e www.biglietto.it (diritto prevendita 1 euro)
*Riduzioni per Candiani Card, Cinemapiù, IMG Card, Associazione Caligola, studenti

PROMOZIONE

Shardana_Cover_anteprima
Locandina Candiani Groove 2017
candiani-esterno